AVVISO: informiamo che il sito www.bibliotecadeileoni.it non è aggiornato ed è destinato ad essere disattivato a breve.
Storia (9)
Ordina per:
  • -15%
    9788898613885 Dalla Serenissima

    I 150 anni trascorsi dal Plebiscito del 1866 rappresentano un’occasione per chiedersi: quanto ha contato effettivamente la volontà dei Veneti nelle vicende che portarono all’ annessione al Regno d’Italia?


    Dalla Serenissima al Regno d’Italia di: Alberton Angela Maria €12,00 €10,20 sconto del 15%

    I 150 anni trascorsi dal Plebiscito del 1866 rappresentano un’occasione per chiedersi: quanto ha contato effettivamente la volontà dei Veneti nelle vicende che portarono all’ annessione al Regno d’Italia? Sono stati i Veneti arbitri del proprio destino? Era possibile un Veneto autonomo? Un accurato e appassionante percorso storico, uno sguardo chiarificatore su vicende che ancora oggi non cessano di essere materia di dibattito politico.

  • -15%
    9788898613908 La Repubblica e l'Imp.

    Dopo la vittoriosa campagna napoleonica del 1797 il Veneto fu smembrato e ceduto all’Impero d’Austria, ma nel 1805 Napoleone se lo riprese e ne modificò profondamente le strutture, includendolo nel regno d’Italia governato dal Viceré Eugenio di Beauharnais.


    La Repubblica e l’Imperatore di: Vidale Denis €12,00 €10,20 sconto del 15%

    Nel Settecento i floridi commerci di un tempo non c’erano più e, di fatto, la Serenissima si stava avviando rapidamente verso la propria fine che fu sancita dalla vittoriosa campagna napoleonica del 1797: il Veneto fu smembrato e ceduto all’Impero d’Austria, ma nel 1805 Napoleone se lo riprese e ne modificò profondamente le strutture, includendolo nel regno d’Italia governato dal Viceré Eugenio di Beauharnais. Un periodo poco studiato dagli storici, che sembrano essersi disinteressati dello studio delle condizioni regionali e locali dopo la caduta della Serenissima e prima del Trattato di Vienna: il tempo della Repubblica e l’Imperatore.

  • -15%
    9788898613892 Venezia e i Turchi_da rivedere

    La Venezia del secondo Cinquecento e la Costantinopoli di Soli­mano il Magnifico fanno tuttora sognare.


    Venezia e i Turchi di: Mozzi Bruna €12,00 €10,20 sconto del 15%

    L’espansione politico-militare ed economica di Venezia nel Levante si scontrò con l’espansionismo dell’Impero Turco verso occidente. Ne nacque un susseguirsi di guerre che si protrassero per secoli, inframmezzate da trattati di pace e intensi rapporti commerciali.  Venezia e i Turchi uscirono da quelle guerre corrosi da gravi crisi economiche e civili, ma trovarono in questa lotta gli elementi di una munificenza straordinaria: la Venezia del secondo Cinquecento e la Costantinopoli di Soli­mano il Magnifico fanno tuttora sognare.

  • -15%
    9788898613878 I grandi Condottieri

    Condottieri di terra e di mare. Capitani di ventura e ammiragli che hanno fatto grande la Serenissima.


    I grandi condottieri della Serenissima di: Pittalis Edoardo, Pittalis Gian Nicola, €12,00 €10,20 sconto del 15%

    Condottieri di terra e di mare. Capitani di ventura e ammiragli che hanno fatto grande la Serenissima: quelli che ne hanno consentito l’espansione sui mari e ne hanno protetto l’espansione dei traffici commerciali; quelli che hanno difeso l’espansione della Repubblica nei territori a ovest. Protagonisti di guerre e di battaglie, molti di loro sono ricordati con monumenti nella città unica al mondo e in tombe nelle chiese veneziane. Dal Conte di Carmagnola al Gattamelata al Colleoni. Il maresciallo Schulenburg che all’inizio del Settecento fece la riforma militare e diede alla Serenissima il primo esercito regolare. Bragadin l’eroe di Famagosta che resistette ai Turchi e fu tradito, scuoiato vivo. Vittor Pisani che trionfò su Genova. Angelo Emo che voleva trasformare la marina veneziana nella Royal Navy britannica. Venier l’ammiraglio dei veneziani a Lepanto.

     

  • -15%
    Sentinelle di pietra


    Le sentinelle di pietra. I grandi sacrari del primo conflitto mondiale di: Bregantin Lisa, Vidale Denis, €15,00 €12,75 sconto del 15%

    Luoghi imponenti e molto spesso dimenticati, i sacrari rappresentano l’epilogo di un lungo cammino in merito alla conservazione e sistemazione dei resti dei Caduti della Grande Guerra.
    Il volume si occupa dei principali sacrari del fronte italiano attraverso due saggi introduttivi che ne tracciano la storia complessa, ma soprattutto si dà spazio all’immagine.
    Non una guida, ma una sorta di album fotografico, accompagnato dalla descrizione dei fatti salienti avvenuti nei luoghi di cui sono divenuti il simbolo; un album fotografico che cerca di ripercorrere il tempo trascorso dalla loro inaugurazione.
    Benché oggi si viaggi molto senza particolari difficoltà, questi luoghi sono rimasti per molti italiani ancora “invisibili”, non raggiunti; il libro potrà così essere un piccolo importante strumento per più “viaggi reali o immaginari” nei luoghi della Grande Guerra.

  • -15%
    Quando c'erano I Veneti


    Quando c’erano i Veneti di: Giabardo Manuela €14,00 €11,90 sconto del 15%

    I protagonisti di questo libro sono i Veneti antichi, cioè il popolo che, a partire dall’età del Ferro e fino alla romanizzazione, ha costituito una società dai caratteri specifici e omogenei, lasciando tracce nette e riconoscibili su un territorio corrispondente grosso modo all’attuale Veneto.
    Per entrare nel mondo dei Veneti antichi, dobbiamo immaginare l’ambiente in cui si muovevano: un territorio verde, ricoperto di boschi e prati, ricco di fauna e graziato da un’incredibile abbondanza di corsi d’acqua sulle cui rive sorgevano i principali centri abitati con il loro corredo di santuari e necropoli, in un sereno equilibrio tra uomo, natura, divino, vita e morte. I Veneti erano agricoltori, abili artigiani, commercianti e allevatori di cavalli famosi in tutta la penisola e, pur essendo in costante contatto con civiltà più evolute e raffinate con le quali commerciavano e scambiavano conoscenze e idee, non sembrano aver mai sentito il bisogno di lasciare segni “importanti” di sé, né di mutare, nei secoli, il proprio modus vivendi. Sarà Roma, nel II secolo a.C., a portare anche qui, i palazzi, i templi e le strade.

  • -15%
    Vidale x ISBN

    “Mussolini Benito, della classe 1883, richiamato alle armi il 31 agosto 1915, assegnato all’11° bersaglieri, fu mandato al fronte il 2 settembre successivo”, così comincia il diario di guerra dell’uomo che diventerà dittatore.


    Il mio diario di guerra di: Vidale Denis €16,90 €10,00 sconto del 41%

    Quella di Mussolini fu una guerra particolare, lontana dal cuore degli scontri e terminata bruscamente per un incidente nel corso di un’esercitazione, ben dissimile sia dall’esperienza di altri diaristi sia da quanto le leggende successive vollero far credere: quando venne richiamato alle armi ed inviato sul fronte isontino, nel settembre 1915, Mussolini era ancora un socialista interventista e ben lontano dal diventare il duce del fascismo. Nella memorialistica di guerra il suo diario occupa un posto tutto particolare per il suo stile giornalistico, capace tuttavia di trasmettere una visione dell’idealismo mussoliniano di quegli anni che vedeva nella rappresentazione di un popolo unito e compatto nel difendere la patria il primo passo per la futura rivoluzione socialista. Ma costituisce anche un documento capace di evidenziare, al lettore attento di oggi, alcuni segnali della sua futura involuzione. Vidale Denis

  • -15%
    La_Battaglia_del_Solstizio

    Nel giugno 1918, l’estremo tentativo austroungarico di por fine alla guerra, o almeno di raggiungere una posizione di forza tale da costringere l’Italia – ed indirettamente i suoi alleati – ad una pace separata, si infranse contro la resistenza italiana…


    La Battaglia del Solstizio di: Vidale Denis €18,00 €10,00 sconto del 44%

    Nel giugno 1918, l’estremo tentativo austroungarico di por fine alla guerra, o almeno di raggiungere una posizione di forza tale da costringere l’Italia – ed indirettamente i suoi
    alleati – ad una pace separata, si infranse contro la resistenza italiana: le ultime energie dell’impero asburgico vennero gettate inutilmente in un attacco esteso su tutto il fronte, e
    ovunque fallimentare. Sul Montello, tuttavia, lo sviluppo della battaglia fu differente che nel resto del fronte: qui le divisioni ungheresi del generale Goiginger riuscirono a sfondare, e per alcuni giorni sembrò possibile che occupassero l’intero colle per poi scendere in pianura ed arrivare a prendere Treviso; a dispetto dell’incapacità del generale Pennella di comprendere la reale gravità della situazione e di organizzare un efficace contrattacco, le divisioni italiane resistettero, pur pagando un prezzo molto elevato, fino alla ritirata nemica oltre il Piave. Chiedersi, a quasi cent’anni di distanza, se quella battaglia dovesse o meno essere combattuta, o quali sarebbero state le conseguenze di una vittoria austroungarica sul Montello, è una domanda oziosa, ma si può cercare di capire perché quello scontro avvenne e come si svolse, e perché si concluse in quel modo e come influenzò, se lo fece, gli avvenimenti successivi. È quanto si è cercato di fare con questo libro, anche dando voce ad alcuni dei protagonisti, prendendo le fila dallo scoppio della guerra “europea” sino a giungere al particolare della battaglia sul Montello. Vidale Denis

  • -15%
    Fronte_Nord_Est

    La Grande Guerra: dieci milioni di morti di cui almeno uno in Italia. Le testimonianze, le emozioni, le bombe, la paura, la fame, la miseria, la speranza. Si avventura in questi territori Massimiliano Melilli, e si muove con la tecnica del cronista e lo stile del narratore.


    Fronte Nord-Est Cronache dalla Grande Guerra di: Melilli Massimiliano €16,00 €10,00 sconto del 38%

    La Grande Guerra: dieci milioni di morti di cui almeno uno in Italia. Le testimonianze, le emozioni, le bombe, la paura, la fame, la miseria, la speranza. Si avventura in questi territori Massimiliano Melilli, e si muove con la tecnica del cronista e lo stile del narratore. Cos’è stata la Grande Guerra per il Nord Est? Come sono cambiati il territorio e la società dopo la Prima Guerra Mondiale? Per comprenderlo Melilli offre ai lettori un itinerario, che è anche il racconto di come e perché l’Italia sia diventata Nazione.